STOP ALLA TORTURA

  La campagna globale su Difensori dei diritti umani (HRD) e spazio civico

 


I difensori dei diritti umani sono sempre più presi di mira e attaccati con leggi nazionali restrittive e azioni statali
anche se il loro lavoro è fondamentale per costruire delle comunità rispettose dei diritti umani. Dal momento
che si avvicina il settantesimo anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani, nel 2018, questo è un buon
momento per proteggere, sostenere e rafforzare la legittimazione degli HRD. La campagna avrà due obiettivi
principali: creare forti meccanismi politici e giuridici per proteggere i difensori dei diritti umani in paesi strategici
e far crescere consapevolezza sul lavoro degli HRD, dandogli visibilità e legittimandolo.
Riguardo al primo obbiettivo, AI lavorerà per stabilire meccanismi di protezione nei paesi in cui non esistono,
per migliorare l'implementazione dei meccanismi esistenti, per fornire forme di riparazione efficaci quando gli
HRD siano vittime di violazioni dei diritti umani e per fermare e invertire la crescita di leggi e politiche restrittive
che reprimono ingiustamente e criminalizzano gli HRD. Riguardo al secondo obbiettivo, AI lavorerà per battere
le campagne denigratorie che solitamente mettono a rischio i difensori dei diritti umani; mobiliterà il sostegno
agli HRD a livello individuale e a gruppi di difensori attraverso attività pubbliche di campaigning, utilizzando
l'EDU per comunicare l'importanza degli HRD, appoggiando iniziative di rafforzamento di capacità a livello
individuale, raccontando le storie singole di HRD ai media a livello nazionale e internazionale per mostrare a un
pubblico più vasto il valore del loro lavoro e mettendo in grado gli HRD di difendersi più efficacemente. Molta di
questa attività verrà svolta concentrandosi su singoli paesi, come nelle campagne globali esistenti.